Descrizione del lavoro eseguito:

  • ANNO DI PROGETTAZIONE: 2012
  • ANNO DI REALIZZAZIONE: 2013
  • COMMITTENTE: MIDI S.r.l.
  • TIPOLOGIA DI INTERVENTO:
    Progettazione Esecutiva Impianti Elettrici e Speciali
    Direzione Lavori
  • IMPORTO LAVORI: 300. 000€
  • SUPERFICIE COMPLESSIVA: 652 m2

Realizzato dal Gruppo Unipol in occasione dei 50 anni di attività, C.U.BO Centro Unipol BOlogna è uno spazio polivalente che rappresenta e sintetizza in forma artistica, tecnologica e documentale la storia, l’identità ed i valori sociali del Gruppo. CUBO non rientra nella classica definizione di museo tradizionale; è piuttosto un luogo vitale del presente che, attraverso percorsi interattivi ed animati, consente a ciascun visitatore di vivere esperienze legate alla cultura, all’arte ed all’innovazione. La struttura di C.U.BO – due ali interne collegate da un giardino caratterizzato da una serie di installazioni luminose e sonore intervallate da sedute con accesso wi-fi – è stata pensata come uno spazio aperto di aggregazione in cui scambiare relazioni e vivere esperienze emozionali su fronti diversi ma tra loro interconnessi ai valori portanti del Gruppo Unipol: dall’arte all’educazione fino alla sicurezza, dalla tecnologia fino alla cultura assicurativa.

C.U.BO MUSEO UNIPOL BOLOGNA
PIAZZA SERGIO VIEIRA DE MELLO, 3-5 – BOLOGNA (BO)

L’intervento in oggetto prevedeva la realizzazione degli impianti elettrici e speciali del museo dell’Unipol C.U.BO, di Piazza del Mello tra il Lotto 22 ed il Lotto 23 e della piazza interna al Lotto 14. All’interno dell’edificio, per l’illuminazione ordinaria delle aree adibite a museo, sono stati installati tubi fluorescenti a luce calda e fredda dotati di un sistema di miscelazione del colore, in grado di garantire un elevato comfort visivo; per l’illuminazione diretta delle opere d’arte sono stati invece previsti dei faretti con ottiche a spot e delle lampade a led ad elevata resa cromatica. Tutti gli apparecchi sono stati installati su un canale elettrificato, con l’obiettivo di garantire flessibilità funzionale in relazione alle diverse esigenze espositive e spaziali. Per sfruttare l’illuminazione naturale è stato previsto un sistema automatizzato di controllo e dimmerazione delle luci e di azionamento delle tende esterne con un sensore posizionato sul tetto dell’edificio. La distribuzione della forza motrice avviene all’interno del pavimento galleggiante. Gli impianti speciali comprendono un impianto di aspirazione con punti di campionamento a scomparsa all’interno del controsoffitto e del pavimento galleggiante per nascondere i punti di campionamento; è stato inoltre realizzato un impianto di spegnimento a servizio dell’archivio e del caveau.  Infine, per fornire al visitatore del museo un approccio interattivo, sono state previste apparecchiature multimediali quali video-wall e banchi di lavoro multi-touch. All’esterno, sia all’esterno, sono stati installati dei totem informativi mutlimediali e luminosi in grado di orientare le persone negli spazi dell’ampio complesso direzionale e capaci di creare suggestive atmosfere notturne, per vivere la piazza nella sua quotidianità serale ed in occasione di eventi.