Descrizione del lavoro eseguito:

  • ANNO DI PROGETTAZIONE: 2011
  • ANNO DI REALIZZAZIONE: 2012
  • COMMITTENTE: UGF BANCA
  • TIPOLOGIA DI INTERVENTO:
    Progettazione Esecutiva Impianti Elettrici e Meccanici
    Direzione Lavori Impianti Elettrici e Meccanici

IMPORTO LAVORI: 98.745 €

SUPERFICIE COMPLESSIVA: 350 m2

UGF BANCA
FILIALE 262 – VIA CALLIPOLI, 45 – GIARRE (CT)

L’intervento è relativo ad una ristrutturazione edilizia e impiantistica di una unità immobiliare al piano terra di un edificio nel centro storico di Giarre (CT) di fronte al Duomo, da destinarsi a filiale bancaria del gruppo Unipol. Visto il pregio dei locali che presentavano soffitti a volte e affreschi, si è cercato di valorizzarne i colori e i disegni esistenti. Per quanto riguarda l’illuminazione, la destinazione d’uso ha giocato un ruolo fondamentale per il rispetto dei valori richiesti dalle normative vigenti. Nel rispetto degli spazi architettonici, si è scelto di utilizzare proiettori a parete che lasciassero libere la volte e di recuperare le sospensioni esistenti, di valore artistico. Per i posti di lavoro e le casse, dove è richiesto un valore di illuminazione più elevato, sono stati previsti apparecchi di illuminazione a piantana o a parete completi di illuminazione di emergenza. Per il riscaldamento ed il condizionamento è stato realizzato un impianto ad espansione diretta in pompa di calore, funzionante con gas ecologico R410A.

Le unità interne sono installate a parete ed a pavimento sempre con l’obiettivo di lasciare ibere le volte esistenti. Ogni unità interna è dotata di termostato ambiente e comando remoto a bordo macchina per la regolazione di tutti i parametri. L’unità esterna di condizionamento è stata installata nel cortile interno adibito a locale tecnico. Il dimensionamento dell’impianto è stato effettuato per l’utilizzo contemporaneo di tutte le unità interne sia durante la stagione invernale sia durante quella estiva. Al fine di garantire un buon comfort termo-igrometrico ed una buona qualità dell’aria è stato previsto un recuperatore di calore a flusso aria-aria, posizionato all’interno del controsoffitto dell’antibagno e staffato a soffitto. Il ricambio d’aria esterna è stato garantito il come da norma UNI 10339. L’aria, dopo essere passata attraverso canali a sezione circolare in acciaio zincato, viene inviata in ambiente attraverso apposite bocchette a parete; la tenuta d’aria della canalizzazione è garantita adottando sigillanti idonei. La ripresa dell’aria è stata realizzata mediante diffusori da controsoffitto. Sono state previste due singole estrazioni forzate dell’aria, una per i servizi igienici ed una per il vano tecnico, entrambe effettuate mediante cassonetti estrattori d’aria insonorizzati con espulsione direttamente all’esterno della filiale. La distribuzione dell’acqua all’interno dei servizi igienici è stata realizzata mediante tubazioni in polipropilene opportunamente coibentate, posate sottopavimento o sottotraccia nelle pareti.