Descrizione del lavoro eseguito:

ANNO DI PROGETTAZIONE: 2015
ANNO DI REALIZZAZIONE: 2015
COMMITTENTE: UNIPOLSAI
TIPOLOGIA DI INTERVENTO:
Progettazione Efficientamento Impianti Elettrici
IMPORTO LAVORI: 43.000 €
SUPERFICIE COMPLESSIVA: ca. 7.000 mq

PARCHEGGIO SEDE UNIPOL
VIA STALINGRADO 45
BOLOGNA (BO)

L’intervento è relativo alla riqualificazione energetica dei parcheggi a servizio del complesso Unipol 1-2-3 sito in  Via Stalingrado 45 mediante la sostituzione dell’impianto di illuminazione ordinaria e di sicurezza di tipo S.A. (sempre acceso) ed S.E. (solo emergenza). Illuminazione ordinaria. L’impianto è stato dimensionato secondo la norma UNI EN 12464-1:2011, considerando i valori limite previsti per le corsie di circolazione (5.34.3) e per le zone di parcheggio (5.34.3) dei parcheggi pubblici interni. Allo stato di fatto l’illuminazione, realizzata con plafoniere a lampde fluorescenti, risultava essere leggermente abbondante nelle aree di parcheggio (ca. 111 lx medi) ed al centro delle corsie di manovra (ca. 113 lx medi) considerando tutte le lampade accese. I calcoli illuminotecnici hanno evidenziato che l’illuminazione minima richiesta dalla normativa non è garantita parzializzando l’illuminazione in due accensioni: i valori ottenuti durante la simulazione sono stati infatti pari a circa 18lx medi nelle aree di parcheggio e 22lx medi nelle corsie di circolazione. Pertanto la progettazione, a cui era richiesto di non non modificare la distribuzione principale e di ridurre al minimo le modifiche della distribuzione terminale, ha portato ad adottare la seguente soluzione. Gli apparecchi fluorescenti sono stati sostituiti con altrettanti a led ed in aggiunta, per ottenere un risparmio energetico ulteriore, è stato ridotto il pacchetto lumen degli apparecchi. I calcoli illuminotecnici di progetto con i nuovi apparecchi di illuminazione sono stati impostati per ottenere un illuminamento medio di 89lx nelle aree di sosta e di 92lx nelle corsie di manovra nel rispetto della citata Norma UNI-EN. Illuminazione di sicurezza. Allo stato di fatto, l’impianto, realizzato con gruppi inverter su alcuni apparecchi per illuminazione ordinaria, non assicurava il livello medio pari a 5lx sulle vie di esodo richiesto dal DM 01/02/1986 di prevenzione incendi. La pura sostituzione degli attuali apparecchi fluorescenti utilizzati in emergenza con altri a Led nella stessa posizione non consentiva di rispettare la citata normativa ed avrebbe comportato la necessità di integrare ulteriori apparecchi con inverter, con problematiche di costi e manutenzione. Pertanto si è scelto di fornire nuovi apparecchi di illuminazione a Led dedicati lungo le vie di esodo con flusso luminoso non minore di 586lm. Infine l’intervento ha previsyo la sostituzione degli esistenti apparecchi di illuminazione fluorescenti con pittogramma tipo SA con altri equivalenti a Led.